LA LEGISLAZIONE IN ITALIA – COME DIVENTARE OPERATORE OLISTICO

 

legislazione1La legge italiana purtroppo non parla chiaro sulla professione dell’Operatore Olistico o del Benessere. Per quanto si guardi in giro e si cerchi una risposta chiara, purtroppo non sarà possibile trovarla. Il motivo è molto semplice: non esiste in Italia questa figura professionale e quindi non esiste nemmeno un riconoscimento valido a livello nazionale che abiliti a questa specifica professione. Ma cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e di vedere cosa è possibile fare qualora si sia in possesso di un diploma che dimostri sia stato frequentato un percorso formativo in tal senso.

In base all’ormai famosa legge n.4 del 14 Gennaio 2013, lo stato ha preso atto che ci sono tantissime professioni non riconosciute ma che di fatto contribuiscono all’economia del paese. Pertanto ha permesso loro di praticare a patto di possedere i requisiti minimi della Costituzione Italiana (non avere condanne penali, non fare abusi della professione, etc.) e di mettere al corrente il proprio cliente del fatto che non esista un albo per questa professione, citando la suddetta legge nella ricevuta.

Pertanto:

Si può svolgere la professione a meno che non ci sia un ordinamento regionale o comunale nella zona di residenza che vieti questo tipo di attività.

Si può svolgere l’attività e prendere Partita I.V.A. a patto che si rispetti il codice deontologico e non si sconfini in campi professionali che non ci competono, come quello del medico, del fisioterapista o dell’estetista. Si lavora su un corpo sano al solo fine di migliorare le condizioni psico-fisiche e di benessere generale.

Per sapere di più sui Diplomi e Titoli Professionali di ogni Corso Massaggiatore dell’Accademia Olistica Oligenesi, visita la pagina dedicata alle Certificazioni.